L'andrologo per chi diventerà grande

La mancanza di una adeguata educazione sessuale, insieme all'abolizione della visita di leva, rendono i nostri figli fortemente vulnerabili. Modelli scorretti e falsi miti si sostituiscono ad una corretta educazione sessuale. Crescere sani è più facile se si è accompagnati dall'andrologo.

L'andrologo per l'uomo maturo

Anche nel XXI secolo l’uomo adulto ha paura di ammettere le proprie problematiche sessuali ed è per questo che impiega in media ben due anni per confessare i propri problemi. L’ANDROLOGO, il ginecologo del maschio, lo assisterà nella risoluzione dei suoi problemi.

Il piacere della sessualità al femminile

I disturbi sessuali femminili sono molto diffusi, e spesso non vengono riconosciuti per la loro reale importanza sia in relazione alla qualità della vita di una donna sia per quella di una coppia. Per trovare soluzioni ai problemi di soddisfazione sessuale femminile e di coppia ci vuole lo specialista di riferimento: l'andrologo.

L'andrologo per chi ha i capelli bianchi

Nell'uomo che invecchia non esiste una vera e propria andropausa, ma esiste una progressiva regressione di alcune funzioni organiche, tra cui quella sessuale. L'andrologo può aiutare a capire che il sesso non ha età e non si è mai troppo vecchi per essere felici.

apparato genitale femminile

Apparato genitale femminile

 Clicca l'immagine per approfondire.

genmasc

Apparato genitale maschile

 Clicca l'immagine per approfondire.

visita

La visita andrologica

Come avviene una visita andrologica.


Per consulti urgenti e prenotazione visite

335.6216946

Sito di informazione medica a cura del

bio

Dottor Carlo Maretti

Specialista in Andrologia

Perfezionato in Sessuologia

Leggi la biografia

Jun 09 2016

LA GONORREA nel 2016

"Se non interveniamo subito la gonorrea sara' una patologia senza cura gia' dal 2016 in poi. Si e' registrato un forte aumento del numero di casi di infezione a trasmissione sessuale della gonorrea. Tassi che hanno raggiunto quota piu' 25% nel solo 2011 e ad oggi e' diventato sempre piu' difficile trovare antibiotici in grado di curare la patologia".

E' l'allarme lanciato da Cathy Ison, responsabile del National Reference Laboratory for Gonorrhoea in Inghilterra, che ha spiegato alla BBC: "Una prospettiva che ci permette di ipotizzare che entro la fine del 2016 potremmo non essere piu' capaci di trattare la malattia a trasmissione sessuale. Speriamo che attraverso la sensibilizzazione delle persone verso una maggiore protezione durante i rapporti riusciremo a guadagnare il tempo necessario a cercare nuove strategie per impedire all'infezione di trasformarsi in una patologia incurabile.

Ma se non faremo qualcosa sul breve termine la sfida sara' persa in soli tre anni".

May 11 2016

L'ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE SECONDO I CRITERI WHO 2010

Con il WHO 2010 i criteri descrittivi dello spermiocitogramma esprimono dei dati che permettono di identificare un quadro clinico in grado di influire sulle capacità riproduttive dell’individuo oltre a fornire dei valori statistici sulla percentuale di successo per ottenere una gravidanza.

I maggiori esperti di infertilità maschile riuniti a Roma, in un incontro scientifico dal titolo "Fertility Day" che ha avuto come responsabile scientifico il dott. Maretti Carlo, coordinatore nazionale della commissione "Fertilità e PMA" della Società Italiana di Andrologia (SIA), hanno ribadito l'importanza dello spermiocitogramma quale esame fondamentale nella comprensione della reale capacità riproduttiva di un individuo. Un esame del liquido seminale dovrebbe essere fatto seguendo i criteri WHO 2010, questo per permettere di confrontarsi con la popolazione maschile fertile e quindi di dare alla coppia, delle percentuali di concepimento dopo un anno di rapporti naturali.

Con il WHO 2010 i criteri descrittivi dello spermiocitogramma esprimono dei dati che possono permettere di identificare un determinato quadro clinico in grado di influire sulle capacità riproduttive dell’individuo oltre a fornire dei valori statistici sulla percentuale di successo per ottenere una gravidanza.

Feb 22 2016

PAPILLOMA VIRUS E TUMORI DEL COLLO DELL’UTERO

Secondo il piú vasto studio sui genotipi Hpv realizzato fin'ora, pubblicato dalla rivista "The Lancet Oncology", otto tipi di Papilloma Virus umani (Hpv) sono responsabili di oltre il 90% dei tumori del collo dell'utero nel mondo. Fra gli otto tipi di Hpv identificati come i piú pericolosi, tre (16, 18 e 45) sono i piú frequenti; il 16 e il 18 vengono trattati con due vaccini contro i Papilloma Virus attualmente sul mercato, Gardasil di Sanofi Pasteur MSD e Cervarix de GlaxoSmithKline.

Un gruppo di ricerca internazionale, guidato da Silvia de Sanjos‚ dell'Istituto catalano d'oncologia di Barcellona, ha studiato campioni di 10.575 casi di tumore invasivo del collo dell'utero, diagnosticati tra il 1949 e il 2009, raccolti in 38 Paesi di tutti i continenti. I tipi 16, 18, 45, 33, 31, 52, 58 e 35 sono stati identificati come gli otto Hpv i piú frequenti (in un ordine decrescente). Gli Hpv 16, 18 e 45 sono stati trovati nel 75% dei carcinomi epidermoide e nel 94% degli adenocarcinomi (rispettivamente prima e seconda forma piú frequente del cancro del collo dell'utero).

Jan 14 2016

“FERTILITY DAY” La Giornata Nazionale di informazione e formazione sulla Fertilità

L’istituzione di una Giornata nazionale dedicata al tema della fertilità “Fertility day” rappresenta un’occasione per richiamare l’attenzione di tutta l’opinione pubblica sul tema. Può diventare una proposta d’incontro sul tema della fertilità con i giovani, gli insegnanti, le famiglie, i medici, coinvolgendo proprio questi ultimi in una serie di iniziative a partire dagli stessi studi medici.

Si tratta di mettere a fuoco con grande enfasi il pericolo della denatalità, la bellezza della maternità e paternità, il rischio delle malattie che impediscono di diventare genitori, l’aiuto della Medicina per le donne e per gli uomini che non riescono ad avere bambini, prima che sia troppo tardi. Si propone l’evento su scala nazionale per il prossimo 7 maggio 2016, con successiva cadenza annuale, in tutte le città che aderiranno, con il coinvolgimento dei Sindaci dei Comuni, degli Ordini dei Medici, delle Società Scientifiche, delle Farmacie, delle Scuole e delle Famiglie.

Gli eventi formativi si terranno nei teatri locali e in stands appositamente allestiti nelle piazze. Dott. C. Maretti - Responsabile Nazionale SIA commissione Fertilità e PMA.

Page 1 of 18