Si può definire l’Induratio Penis Plastica (IPP) o malattia di La Peyronie, dal nome dell’Autore che l’ha per primo descritta, come una malattia ad eziologia sconosciuta che si sviluppa su di un terreno predisponente, quale quello dei microtraumatismi, delle infezioni uretrali, con fasi infiammatorie intercalate a fasi di scleroialinosi stabilizzata. La successione temporale del passaggio dall’una all’altra fase è assai variabile da individuo a individuo, portando la malattia a progredire in tempi assai brevi come pure in periodi addirittura di anni. Tali fasi si susseguono a poussée cicliche durante il decorso della malattia, che pertanto avrà una tendenza progressiva, anche se del tutto incostante e irregolare. In uno stadio infiammatorio iniziale la sintomatologia sarà caratterizzata da parestesie e algie peniene, che spesso costituiscono un quadro sintomatologico piuttosto vago, che il paziente non sempre è in grado di riconoscere.

Nello stadio degenerativo si ha la formazione della placca fibrosa peniena, con alterazioni meccaniche dell’erezione: i sintomi sono più importanti e sono condizionati dalla presenza della placca che, infiltrando le terminazioni nervose, determina il loro stiramento durante l’erezione, causando frequentemente dolore. La placca, inoltre, è all’origine della mancata distensione distrettuale dell’albuginea durante l’erezione, con retrazione segmentaria e conseguente incurvamento penieno verso il lato dove è presente la lesione .

Come già detto, la malattia evolve con poussée successive, e quindi può accadere che una nuova fase infiammatoria si sovrapponga a una placca sclerotica già stabilizzata precedentemente: questa evenienza porterà a un nuovo aggravamento dei sintomi legati alla placca stessa. Il protocollo diagnostico deve poter consentire oltre all’inquadramento morfologico della malattia (estensione/infiltrazione della placca) una valutazione della situazione emodinamica peniena. Questo permetterà di rivelare l’esistenza di un’eventuale insufficienza erettile associata, condizione che influenzerà significativamente l’orientamento terapeutico. Tali terapie si attuano nella fase infiammatoria attiva della malattia e hanno lo scopo di bloccare i meccanismi patogenetici suddetti che portano alla formazione della placca sclerotica.

Possiamo individuare terapie di tipo farmacologico e terapie di tipo fisico, che possono essere associate tra loro. L’utilizzo di vitamina E (eutrofico del collagene) associata a concentrazioni a scalare di cortisone come terapia orale per favorire l’azione antinfiammatoria, tipica della fase iniziale della malattia, insieme a terapie fisiche quali la iontoforesi, che costituisce una metodica incruenta di somministrazione e diffusione intratissutale di farmaci, associata o meno agli ultrasuoni attiva il microcircolo e favorisce il riassorbimento dell’edema e la clearance dell’interstizio, prevenendo così la migrazione e la proliferazione dei fibroblasti. Nei casi in cui la scleroialinosi si sia stabilizzata e comunque sia presente un’alterazione meccanica funzionale erettile, sarà indicata la terapia chirurgica. L’affinamento della tecnica chirurgica ha reso attualmente possibile l’asportazione completa di placche fibrose che arrivano a interessare anche l’apice dei corpi cavernosi: rispettando la vascolarizzazione glandulare, garantita dal fascio vascolo-nervoso dorsale, è infatti possibile deconnettere completamente il glande dagli apici dei corpi cavernosi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.