La pubertà è caratterizzata dal punto di vista clinico da profonde modificazioni fisiche e psichiche: maturano le gonadi, compaiono i caratteri sessuali secondari, la crescita staturale manifesta un rapido incremento e infine viene raggiunta la fertilità; contemporaneamente il maschio adolescente diventa adulto, compare il desiderio sessuale e nuovi indirizzi dell’affettività. Questi cambiamenti sono la conseguenza della secrezione ormonale ed in particolare del testosterone. L’età di inizio della pubertà e la sua progressione sono influenzati da numerosi fattori (i fattori genetici, lo stato di nutrizione e di salute, il peso corporeo, il rapporto massa magra e massa grassa, le modificazioni endocrine precedenti come l’adrenarca) che possono modificare sia l’età di inizio quanto la progressione dello sviluppo puberale.

Nel descrivere i cambiamenti fisici che avvengono durante la pubertà viene fatto riferimento alla stadiazione che Tanner ha fatto dei più comuni segni della maturazione sessuale e che viene usata universalmente (Stadi 1-5 dello sviluppo nel maschio dei genitali e dei peli pubici sec. Tanner). In questa stadiazione dei parametri clinici, lo stadio 1 (< 9,3 anni) corrisponde alla fase pre-adolescenziale: testicoli, scroto e pene hanno dimensioni non variate rispetto alla condizione infantile e non vi è comparsa di pelo pubico. Lo stadio 2 (tra 9,3 e 12,2 anni) è caratterizzato dall’iniziale crescita dei testicoli e dello scroto, che assume anche un’iniziale pigmentazione e corrugamento della cute, nonché dalla comparsa dei primi peli pubici alla radice del pene, ancora sottili e debolmente pigmentati.

Lo stadio 3 (tra 12,2 e 14,8 anni) è caratterizzato dalla crescita in lunghezza e poi in larghezza del pene, da un ulteriore sviluppo dei testicoli, dello scroto e dei peli pubici, che assumono pigmentazione e consistenza di peli terminali. Lo stadio 4 (tra 14,8 e 16,2 anni) vede l’ulteriore progressione della crescita del pene, dei testicoli e dello scroto; i peli pubici hanno un aspetto di tipo adulto, ma ancora con un’estensione non completa, mancando lo sviluppo all’interno della coscia e all’addome con le caratteristiche proprie del sesso maschile. Infine, con lo stadio 5 (tra 16,2 e 21 anni) il ragazzo completa la pubertà, raggiungendo le dimensione delle gonadi, e lo sviluppo dei genitali esterni e dell’apparato pilifero propri dell’adulto.

L’incremento della velocità della crescita staturale, espressa in cm/anno, che si verifica durante la pubertà ha il suo picco corrispondentemente allo stadio 4 della standardizzazione di Tanner .Nel maschio la crescita dei testicoli è il primo segno dell’avvio della pubertà e corrisponde, in genere, a una misura longitudinale superiore a 2,5 cm. Il volume testicolare viene misurato per confronto con ellissoidi di volume conosciuto (orchidometro di Prader) e si correla con gli stadi della pubertà. Il testicolo destro è di solito più grande del sinistro, il quale è localizzato più in basso nello scroto rispetto al controlaterale. L’aumento di volume dei testicoli durante lo sviluppo puberale è dovuto alla crescita dei tubuli seminiferi, associati con l’inizio della attività spermatogenetica.

Conseguentemente all’avvio della secrezione di testosterone, si sviluppano i caratteri sessuali secondari, quali lo sviluppo del pene, dei peli pubici, dei restanti peli corporei e infine della barba. La grandezza e la maturazione del pene procede parallelamente con lo sviluppo dei peli pubici, perché entrambe le caratteristiche sono sotto il controllo androgeno. Altro carattere sessuale secondario che si osserva nel maschio, nel periodo puberale, è il cambiamento del timbro della voce, il cambiamento della voce avviene a circa 13 anni e la voce di tipo adulto è raggiunta a circa 15 anni. La barba è l’ultimo dei segni clinici a comparire: l’inizio è dato dalla comparsa dei peli agli angoli del labbro superiore e sulla parte superiore delle guance, i quali successivamente si estendono alla linea di mezzo del labbro inferiore e ai lati del bordo inferiore del mento. Per quanto riguarda lo sviluppo dei peli pubici e dei peli ascellari essi compaiono all’incirca verso i 14 anni. Nei ragazzi, il picco della velocità di crescita si verifica durante lo stadio 3-4 della pubertà ed è completato nel 95% dei ragazzi allo stadio 5.

Nel maschio la pubertà precoce si definisce tale quando le modificazioni delle gonadi e/o dei caratteri sessuali secondari si manifestano prima dei 9 anni. Anche nella pubertà precoce, è presente una forma costituzionale, che non è sostenuta da alcun processo patologico e che spesso ha carattere familiare. I fanciulli con pubertà precoce presentano, come primo segno, l’aumento di volume dei testicoli, cui segue la maturazione dei caratteri sessuali secondari, in alcuni casi con una progressione più veloce della normale maturazione sessuale; aumenta la velocità della crescita staturale e la secrezione dell’ormone della crescita è stimolata dalla produzione degli steroidi.

Nel maschio la pubertà ritardata si definisce tale se le modificazioni delle gonadi e dei caratteri sessuali secondari si manifestano spontaneamente dopo i 14 anni. L’adrenarca è in ritardo e la maturazione ossea non si correla con l’età, quanto piuttosto con lo stadio della pubertà. L’anamnesi familiare spesso rivela un andamento simile anche in uno dei genitori.Altre forme di ritardo puberale, correlabile con un deficit funzionale, non organico, di gonadotropine si riscontrano in corso di malnutrizione, anoressia nervosa e bulimia, malattie croniche (insufficienza renale, diabete) e altre affezioni endocrine (ipotiroidismo, malattia di Cushing, iperprolattinemia). Il raggiungimento di un peso ideale è una condizione necessaria per l’avvio della pubertà , e la perdita del 20% del peso corporeo ideale in base all’altezza comporta l’arresto della secrezione di gonadotropine, con ritorno a un controllo di tipo prepubere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.