Il termine varicocele, derivante dal latino varix (varice) e dal greco kele (gonfiore), definisce la dilatazione delle «vene testicolari» o più correttamente spermatiche. La dilatazione venosa è più frequente a sinistra ma in un 10% circa dei casi può interessare anche il testicolo destro. La valutazione dei soggetti affetti da varicocele ha permesso di evidenziare, sia nelle forme cliniche che subcliniche, quadri di ipo-infertilità, associati a gradi variabili di ipotrofia testicolare. L’epidemiologia dimostra che nei portatori di varicocele esistono disturbi della spermatogenesi che realizzano quadri di ipo-fertilità.

Dal punto di vista fisiopatologico i meccanismi invocati sono molteplici, tra questi, uno dei più invocati è l’aumento della temperatura testicolare correlato alla stasi venosa; quest’ultima altera il normale meccanismo di scambio di calore controcorrente esistente tra arteria testicolare e vena omonima, in virtù del gradiente termico addomino-scrotale. La temperatura scrotale (in media 31-33°C) sale in un paziente affetto da varicocele e subfertile in media di 0,6-1,4 °C. Comunque prodottosi il danno, questo è spesso bilaterale, il che giustifica l’ipofertilità anche in conseguenza di una noxa che insiste apparentemente su un solo testicolo. Un varicocele, solitamente di primo grado, si osserva in epoca prepuberale nel 5-7% dei soggetti esaminati; tale percentuale subisce un incremento considerevole in epoca puberale, sino a raggiungere il picco del 20% in età postpuberale con un incremento anche del grado. Per contro, in popolazioni di uomini infertili, la percentuale di prevalenza del varicocele è in media del 40%, circa il doppio cioè rispetto alla popolazione maschile in generale.

La distinzione nosografica classica riconosce un varicocele primitivo e uno secondario. Il varicocele secondario è conseguenza di qualsiasi processo occupante spazio nel retroperitoneo o nello scavo pelvico, in grado di obliterare o comprimere la vena testicolare, la vena renale o la cava inferiore, ostacolando il deflusso venoso. La prevalenza del varicocele in età pubere è molto simile a quella in età adulta, mentre nell’infanzia e comunque in età prepubere la prevalenza è sicuramente inferiore (5-7% della popolazione contro il 25% circa nell’età postpuberale e adulta). Ciò sta a indicare che la pubertà rappresenta un momento cruciale nella storia naturale dell’affezione e ciò sembra riconducibile a due momenti: rapido incremento volumetrico della vena gonadica per l’iperafflusso arterioso testicolare che si verifica alla pubertà; variazione di posizione dei reni e quindi dei rapporti tra vasi renali e mesenterici dovuta all’accrescimento. Pochi argomenti sono controversi come le indicazioni al trattamento del varicocele: abbiamo visto come tale patologia si associ ad alterazioni della fertilità (per oligoastenospermia) nel 35% circa dei casi; l’analisi della letteratura rivela che circa il 66% dei maschi che si sono sottoposti a correzione chirurgica mostra un miglioramento dei parametri seminali, raggiungendo una percentuale di gravidanze posttrattamento del 50%.

Le opzioni terapeutiche per la correzione del varicocele comprendono la chirurgia a cielo aperto, l’approccio flebografico percutaneo con scleroembolizzazione e la chirurgia laparoscopica. L’intervento va condotto preferenzialmente in un periodo compreso tra il completamento della pubertà e i 23-25 anni; in tale periodo è accertata la più alta percentuale di miglioramento del liquido seminale. Dopo i 40 anni il miglioramento della spermatogenesi è molto esiguo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. APPROFONDISCI | ACCETTA

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Informativa estesa sui cookie

Premessa
La presente “informativa estesa” è stata redatta e personalizzata appositamente per il presente sito in base a quanto previsto dal Provvedimento dell’8 maggio 2014 emanato dal Garante per la protezione dei dati personali. Essa integra ed aggiorna altre informative già presenti sul sito e/o rilasciate prima d’ora dall’azienda, in combinazione con le quali fornisce tutti gli elementi richiesti dall’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dai successivi Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Avvertenza importante
Si informano i terzi tutti che l’utilizzo della presente informativa, o anche solo di alcune parti di essa, su altri siti web in riferimento ai quali sarebbe certamente non pertinente e/o errata e/o incongruente, può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni da parte dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

Oggetto dell’informativa
La nostra azienda sfrutta nelle presenti pagine web tecnologie facenti ricorso ai così detti “cookies” e questa informativa ha la finalità di illustrare all’utente in maniera chiara e precisa le loro modalità di utilizzo. Il presente documento annulla e sostituisce integralmente eventuali precedenti indicazioni fornite dall’azienda in tema di cookies, le quali sono quindi da considerarsi del tutto superate.

Cosa sono i cookies
I cookies sono stringhe di testo (file di piccole dimensioni), che i siti visitati da un utente inviano al suo terminale (pc, tablet, smart phone, ecc.), ove vengono memorizzati per poi essere ritrasmessi agli stessi siti che li hanno inviati, nel corso della visita successiva del medesimo utente.

Tipologie di cookies e relative finalità
I cookies utilizzati nel presente sito web sono delle seguenti tipologie:

- Cookies tecnici: permettono all’utente l’ottimale e veloce navigazione attraverso il sito web e l’efficiente utilizzo dei servizi e/o delle varie opzioni che esso offre, consentendo ad esempio di effettuare un acquisto o di autenticarsi per accedere ad aree riservate. Questi cookies sono necessari per migliorare la fruibilità del sito web, ma possono comunque essere disattivati.

- Cookies di terze parti: sono dei cookies installati sul terminale dell’utente ad opera di gestori di siti terzi, per il tramite del presente sito. I cookies di terze parti, aventi principalmente finalità di analisi, derivano per lo più dalle funzionalità di Google Analytics. E’ possibile avere maggiori informazioni su Google Analytics cliccando sul seguente link: http://www.google.it/intl/it/analytics.

Per disabilitare i cookies e per impedire a Google Analytics di raccogliere dati sulla navigazione, è possibile scaricare il componente aggiuntivo del browser per la disattivazione di Google Analytics cliccando sul seguente link: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Le impostazioni del browser
Informiamo inoltre che l’utente può configurare, liberamente ed in qualsiasi momento, i suoi parametri di privacy in relazione all’installazione ed uso di cookies, direttamente attraverso il suo programma di navigazione (browser) seguendo le relative istruzioni.
In particolare l’utente può impostare la così detta “navigazione privata”, grazie alla quale il suo programma di navigazione interrompe il salvataggio dello storico dei siti visitati, delle eventuali password inserite, dei cookies e delle altre informazioni sulle pagine visitate.
Avvertiamo che nel caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies (anche quelli di natura tecnica), la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso.

Indicazioni pratiche rivolte all’utente per la corretta impostazione del browser
Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo.

Google Chrome: cliccare sull’icona denominata “Personalizza e controlla Google Chrome” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Impostazioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Mostra impostazioni avanzate” e quindi alla voce di menù denominata “Privacy” cliccare sul pulsante “Impostazioni contenuti” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Microsoft Internet Explorer: cliccare sull’icona denominata “Strumenti” posizionata in alto a destra, quindi selezionare la voce di menù denominata “Opzioni internet”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù denominata “Privacy” ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.

Mozilla Firefox: dal menu a tendina posizionato in alto a sinistra selezionare la voce di menù denominata “Opzioni”. Nella maschera che si apre, selezionare la voce di menù “Privacy”, ove è possibile impostare il blocco di tutti o parte dei cookies.